TELECOMUNICAZIONI icoTELECOMUNICAZIONI

Le scriventi RSU Slc-CGIL hanno raccolto diverse lamentele dei lavoratori in merito all’assegnazione dell’attività di installazione di impianti FTTH nel WOL Roma.

L’attività che in origine veniva assegnata a 2 tecnici in squadra ora viene assegnata ad un singolo tecnico, che deve recarsi dal cliente e richiedere una seconda unità se necessario. Vengono per il momento assegnate direttamente ad una squadra solo quelle attività che vedono coinvolti tecnici non esperti.

La domanda che poniamo all’Azienda è: Come fa un tecnico seppur esperto a realizzare un collegamento verticale (colonna montante) in solitaria?
Anche dove l’attività potrebbe sembrare non particolarmente difficoltosa ci sono norme sia tecniche che di sicurezza che vanno comunque rispettate:
- il cavo in fibra non può essere tirato da un solo capo, va accompagnato pena la probabilità elevata di stressare la fibra e provocare un deterioramento del cavo stesso;
- non è possibile lasciare materiali incustoditi (matassa, sonda pilota, scala…) nei pianerottoli mentre si fa su e giù tra un piano ed un altro, onde evitare possibili incidenti ai residenti. “La normativa antinfortunistica si applica non solo ai lavoratori subordinati…, si applica altresì per garantire la sicurezza anche delle persone estranee che possano trovarsi occasionalmente nei luoghi di lavoro e, potenzialmente, nella situazione di pericolo” (Cassazione Penale, sez. IV, 11 aprile 2016, n. 14775).

La costruzione di una nuova linea va quindi necessariamente realizzata con 2 unità.
A che pro quindi inviare un solo tecnico in prima battuta il quale poi per poter operare rispettando le norme dovrà necessariamente richiedere ed attendere l’invio di una seconda unità?

Sembrerebbe l’ennesimo goffo tentativo di far quadrare i numeri della produttività, utilizzando l’esca dell’incentivo TOF maggiormente raggiungibile da parte del “volenteroso” che accettasse la lavorazione in singolo, o magari con la collaborazione del cliente che pur di riuscire ad avere il servizio attivo si rende disponibile a dare una mano.

Chiediamo quindi che, applicando un po’ di buonsenso, l’Azienda ripristini l’assegnazione in squadra delle attività di installazione di linee FTTH sia per rispetto verso i lavoratori sia per offrire un servizio più professionale alla clientela.

SCARICA IL PDF