TELECOMUNICAZIONI icoTELECOMUNICAZIONI

SIELTE-HRS
DUE GRANDI AFFERMAZIONI ALLA SIELTE E ALLA HRS

 

 

(OMNIROMA) Roma, 21 FEB - “Nelle elezioni per il rinnovo delle RSU che si sono tenute alla Sielte e alla HRS (società del gruppo Telecom Italia), la Slc Cgil di Roma e del Lazio ottiene due risultati straordinari nel settore strategico delle Telecomunicazioni. Alla Sielte sia nel sito di Viterbo (35 voti su 37 votanti, e tre delegati su tre) che in quello di Roma (272 su 331, pari all'82% dei consensi, per un totale di 10 delegati su 12 complessivi), la Slc Cgil ottiene la maggioranza assoluta dei consensi, distanziando e di molto gli altri sindacati. Il risultato è importantissimo non solo perché premia una strategia di difesa dei diritti e di vertenzialità in un contesto molto difficile e segnato dalla crisi, ma anche perché, con questo voto, si certifica il superamento di una fase molto difficile per la nostra organizzazione, derivante dal travagliato passaggio dal contratto dei meccanici a quello delle telecomunicazioni, dove abbiamo rischiato di perdere un’egemonia pluriennale.

Adesso, forti di questo risultato, dobbiamo rinsaldare un legame già forte con i lavoratori, in vista delle sfide delicatissime che investono un settore nevralgico come quello delle installazioni telefoniche. Anche alla HRS, sebbene il numero dei lavoratori coinvolti fosse minore, la Slc Cgil ha ottenuto il 63% dei consensi (40 voti su 64) e la maggioranza assoluta delle RSU. L’importanza del risultato sta in questo caso nel fatto che la Slc Cgil stabilisce un presidio importante nell’azienda che già oggi (e lo sarà sempre più nel futuro) rappresenta il nodo centrale per il welfare interno di tutta Telecom Italia. Un grazie a tutti i lavoratori e alle lavoratrici che ci hanno sostenuto, alle segreterie Slc Cgil di Roma Sud, Roma Centro, Pomezia e Viterbo per l'ottima azione svolta e un augurio di buon lavoro alle RSU neo-elette”. Così, in una nota, Dino Oggiano, della segreteria di Slc Cgil di Roma e del Lazio.