SPETTACOLO icoSPETTACOLO

COMUNICATO STAMPA
Slc-Cgil: Tor di Valle,

i lavoratori stanchi delle prese in giro, chiedono fatti e non parole.

SCARICAScarica il comunicato

In questi giorni, continuano a rincorrersi voci su possibili sviluppi, per la prosecuzione delle corse presso l’ippodromo di Tor di Valle, ma di ufficiale, c’è soltanto che i lavoratori continuano a non  percepire gli stipendi arretrati  e l’indennità di cassa integrazione non si sa quando arriverà.
Questo è quanto dichiarano in una nota Fabrizio Micarelli e Massimiliano Montesi  della  Slc-Cgil di Roma e Lazio.

Crediamo sia giunto il momento di fare chiarezza, sul futuro dei 50 lavoratori di Tor di Valle e di smetterla   di continuare a giocare sulla loro drammatica situazione.

Richiamiamo quindi, al senso di responsabilità  il gestore dell’ippodromo, continuano i due sindacalisti, invitandolo a  non continuare ad alimentare false  aspettative tra i lavoratori e magari, solo  se avesse nuove e concrete comunicazioni di convocare le OOSS.
 
Così come sollecitiamo di nuovo il comune di Roma, per un’ immediato incontro  come concordato precedentemente e che si  sarebbe dovuto svolgere entro il 15 febbraio.

L’incontro dovrà servire a nostro avviso, a fare chiarezza, sul futuro occupazionale dei lavoratori di Tor di Valle, sul mantenimento del trotto nella Capitale e visto l’enfasi dell’annuncio iniziale,  sulla costruzione del nuovo stadio, che dovrebbe sorgere ricordiamo dalle ceneri dell’ippodromo. Sembrerebbe infatti, che si sia grossolanamente sottovalutato  l’impatto strutturale e ambientale che un’opera di tale dimensioni possa avere in quella zona della città.

I rappresentanti della SLC-CGIL di Roma e Lazio, conclude la nota, come anticipato nell’incontro del 31 gennaio, non permetteranno che  la vicenda dei lavoratori di Tor di Valle più tutti quelli dell’indotto, entri in modo strumentale nella prossima  campagna elettorale per l’elezione del nuovo sindaco di Roma.

Nei prossimi giorni quindi,  sentiti tutti i lavoratori e le altre OO.SS metteranno  in campo tutte le iniziative necessarie per richiamare di nuovo l’attenzione del sindaco e dei suoi collaboratori.