INDUSTRIA icoINDUSTRIA

NUOVE CARTIERE DI TIVOLI:
VIA I LICENZIAMENTI, SI TORNA IN FABBRICA
DOPO TRENTA GIORNI DI SCIOPERO.

Scarica il comunicato

Con il Verbale di Accordo firmato alla Regione Lazio dalle Rsu e dalle organizzazioni sindacali territoriali della categoria si giunge ad un positivo punto di svolta nella vertenza per impedire i 29 licenziamenti alle Nuove Cartiere di Tivoli.
Esattamente al trentesimo giorno di sciopero ininterrotto la società ha acconsentito a ritirare tutti i licenziamenti, riducendone gli effetti ed assorbendoli in un Contratto di Solidarietà difensiva da definire il prossimo 9 novembre.

L’accordo prevede ulteriori garanzie anche riguardo alla normalizzazione degli obblighi contributivi e alla bonifica dell’ambiente di lavoro relativamente allo smaltimento degli scarti di produzione presenti e futuri.
L’azienda si impegna inoltre ad illustrare compiutamente il Piano Industriale in una riunione che si svolgerà presso Unindustria prima di definire il Contratto di Solidarietà. E’ quello della prospettiva industriale, certamente, il nodo centrale di tutta la vicenda sia rispetto al futuro dei lavoratori sia rispetto alla tenuta produttiva del territorio, infatti si richiede da lungo tempo all’azienda un progetto di sviluppo che, pur tenendo conto delle obiettive criticità del settore della Carta, sappia individuare gli sbocchi di mercato che valorizzino le professionalità, la tradizione antica del marchio e giustifichino investimenti sugli impianti.
Utile al raggiungimento del risultato è stato l’impegno degli assessorati al lavoro della Regione Lazio e della Provincia di Roma.
Consideriamo tale risultato più che la fine di una lotta dura ed estenuante l’inizio di una nuova fase di relazioni industriali in azienda basate sul reciproco rispetto e sulla comune volontà di assicurare un futuro alla storica Cartiera.

 

Roma, 27 ott. 11

SLC-CGIL ROMA E LAZIO/SLC-CGIL ROMA EST