comunicazione icoCOMUNICAZIONE

Solidarietà ai lavoratori della filiera dell’audiovisivo

29/11 - BLACK BROADCAST FRIDAY

La RSU PRODUZIONE TV di ROMA esprime solidarietà e vicinanza ai colleghi dell’audiovisivo che operano da anni in appalto per la nostra azienda ma anche per i maggiori broadcaster italiani, senza il rispetto del CCNL nazionali di categoria.

Appoggiamo l’iniziativa svoltasi venerdì 29 novembre per porre all’attenzione i principali temi di questo vero e proprio sfruttamento legalizzato.

All’ordine del giorno di appalti sempre più orientati al maggior ribasso d’asta possibile, le storture di un sistema che ha creato nei fatti lavoratori di serie B, C, in termini di dignità professionale e trattamento economico.

Le peggiori pratiche “pseudo contrattuali” passano sulla pelle dei lavoratori in appalto:

  • · Licenziamenti individuali e collettivi;
  • · Falsi Contratti Part Time che nascondo in realtà over time mascherati (anche 15-16 ore di lavoro in barba ad ogni regola).
  • · Finte Collaborazioni Coordinate che coprono in realtà prestazioni subordinate e sottopagate.
  • · Trasferte, Festivi, Notturni e Reperibilità: tutto a carico del lavoratore.
  • · Mansioni di due o tre lavoratori assegnate ad uno solo (superfluo dire senza compenso).
  • · Prestazioni lavorative pagate con le mancette di rimborso.
  • · Lavoro nero e grigio.

Non sono trattamenti accettabili.

Sosteniamo la lotta dei lavoratori della filiera dell’audiovisivo.

Chiediamo alla nostra azienda di porre in essere tutti i correttivi contrattuali possibili affinché non ci si renda complici di questa inaccettabile realtà.

Roma 6/12/2019

La RSU PRODUZIONE TV di Roma