INCONTRO SINDACALE TERRITORIALE 19/09/2019

SCARICAScarica il comunicato

     In data giovedì 19 settembre si è tenuto un incontro sindacale territoriale tra TIM, la Rappresentanza Sindacale Unitaria unità produttiva Lazio, le Segreterie Roma/Lazio di Slc-CGIL Fistel-CISL Uilcom-UIL UGL Tlc.

     Esame congiunto turni Judical Autority Services – Domestic Delivery
     La delegazione sindacale Slc, solo a valle dell’assemblea con i lavoratori e lavoratrici coinvolti svoltasi mercoledì 18, ha inteso esperire positivamente l’esame congiunto sottoscrivendone il verbale. Non prima, però, di aver rappresentato all’Azienda le istanze raccolte: che siano coinvolti quanti più lavoratori possibile nella matrice (al netto, evidentemente, di prescrizioni orarie del medico competente), perché i turni gravino il meno possibile cadauno; che sia garantita una continuativa formazione professionale; che si possa addivenire ad una verifica congiunta Roma-Milano dei termini del verbale, trattandosi di un unico settore, un unico organico, un medesimo percorso di integrazione professionale.

     Per quanto sopra, quindi, la verifica è stata anticipata a 4 mesi (dai 6 inizialmente previsti), ed il testo è stato integrato con un esplicito richiamo al percorso formativo.

     

     Internalizzazioni in ambito IT, Esame congiunto Turni Service management (Assurance)

     La delegazione sindacale ha rappresentato all’Azienda le criticità raccolte in assemblea nella gestione della fase di avvio del processo di reinternalizzazione

     Più in generale, è stato chiesta l’illustrazione di un piano delle internalizzazioni previste.

     L’Azienda si è fatta carico delle criticità da noi denunciate e delle segnalazioni venute dai lavoratori in assemblea, con l’intento di recuperare il rapporto con i lavoratori. Più in generale, si è impegnata a rivedere le modalità di ingaggio del personale in occasione delle prossime reinternalizzazioni.

     Quanto alla turnistica, l’Azienda ha accolto gran parte delle richieste avanzate da parte sindacale – che evidentemente saranno attuare solo in caso di esperimento positivo del relativo esame congiunto:

     Turno     LUN-VEN                SAB    DOM/FI

     Turno A Fino a 3                      2

     Turno B Restante personale       2

     Turno C 5                                2

     Turno D                                           1

 

     Turno A: 08:00-12:30 / 13:30-16:38 (ingresso rigido, pausa pranzo 30’-60’)
     Turno B: 08:00-13:30 / 14:30-16:38 (flessibilità fino alle 09:30, pausa 30’-60’, uscita minima 16:38)
     Turno C: 11:52-20:00 (ingresso rigido, pausa 30’)
     Turno D: 10:00-13:30 / 14:00-18:08 (ingresso rigido, pausa 30’)
     La domenica e nelle giornate festive il presidio potrà essere assicurato in lavoro agile.
     Sedi di lavoro: Santa Palomba e Oriolo Romano.

     Problematiche in ambito Wholesale

     La delegazione sindacale in occasione dell’incontro sindacale territoriale di giovedì 12 settembre aveva espresso forti rimostranze per la calendarizzazione delle giornate di riduzione oraria in ambito WOL/LAZ, essendo state le giornate di sospensione programmate non in contiguità con LL e/o RI, in contrasto con quanto definito dall’accordo di luglio. Dopo ampia discussione con la delegazione sindacale, Relazioni industriali si è impegnata a rivedere i criteri di assegnazione delle giornate che verranno collocate come da accordo su richiamato.

     Varie ed eventuali

     Relativamente al processo di riconversione professionale dal 119 verso il 187, intendendo qui integralmente richiamate le criticità espresse nel comunicato del 18 settembre, aggiungiamo:

     la previsione della possibilità di accedere all’istituto di lavoro supplementare per i pt che vogliano avvalersi per intero delle sessioni di formazione erogata, ché non v’è incompatibilità tra il regime di riduzione oraria per contratto di espansione e lo straordinario/supplementare (per di più che sarebbe per formazione professionale…). L’Azienda ha risposto negativamente, aggiungendo però che chiunque avesse bisogno di formazione in più vedrà soddisfatta la propria richiesta;

     la riconversione in tema è partita prima della verifica formale della desiderata adesione all’istituto del telelavoro (ex accordi 18 luglio 2019), appannaggio a Roma per il solo 119. Oltre al danno, la beffa: ufficiosamente, erano già state raccolte le disponibilità, e molte erano state espresse giusto dai lavoratori ora in riconversione… Bisogna trovare una soluzione, perché altrimenti si rischia di minare sul nascere la partenza della sperimentazione.

     L’Azienda è poi tornata sui suoi passi relativamente allo spostamento di personale dal 119 a Partner care, in Roma via Assisi.

     Proseguono i corsi di formazione per i TOF per l’applicativo Employee Self Services, in sostituzione dell’attuale RPA.

Roma, 24 settembre 2019

Slc-CGIL Roma e Lazio