INCONTRO SINDACALE TERRITORIALE 12/09/2019

SCARICAScarica il comunicato

     In data giovedì 12 settembre si è tenuto un incontro sindacale territoriale tra TIM, le Segreterie Roma/Lazio di Slc-CGIL Fistel-CISL Uilcom-UIL UGL Tlc e la RSU Lazio.

     Internalizzazioni in ambito IT, Esame congiunto Turni Service management (Assurance)

     A seguito del decommissioning di alcuni sistemi, sono state individuati ca. 100 lavoratori e lavoratrici colleghi fra Napoli, Roma, Bari e Mestre, che saranno così ricollocati:

     34 sul Collaudo (14 su Napoli e 20 su Roma),

     74 nelle GA (12 a Roma, 33 a Napoli, 13 a Bari e 4 a Mestre, le rimanenti sono in corso di individuazione). In dettaglio per le GA: 22 in ambito Service Management, 4 in ambito GA ERP, 10 in ambito Usage to cash, 38 nella GA CRM.

     La sede di lavoro sarà Santa Palomba.

     All’organico di cui sopra si aggiunge una componente di lavoratori già presenti nelle strutture per 10 risorse per il SM e 34 per le GA.

     Questa manovra è propedeutica per la reinternalizzazione di attività oggi date in appalto, in particolare per assistenza ai sistemi informatici in uso alla rete di vendita: ad es., i ticket aperti per criticità su CCRMWEB (oggi in carico a Kelly, HP CSD, Erergent...) e DBSS. A questo proposito, la delegazione sindacale ha espresso apprezzamento per un sistema informatico (l'attuale CCC) che ne ricomprende più di 10, semplificando così l'operatività di consultazione e modifica dello stato della linea; però c'è ancora molto da fare per migliorarne l'usabilità... Inoltre, sarebbe decisamente utile se ne fosse prodotto una sorta di manuale operatore online, che dia visibilità dei vari passaggi d'uso.

     Il fornitore sarà operativo fino al 30 settembre, dal 1° ottobre si occuperà solo della ricezione dei ticket sul canale telefonico.

     Si prevede una formazione in aula e poi training on the job. I corsi per Roma inizieranno lunedì 16 settembre.

     Una parte dei lavoratori in ambito SM (circa 40 divise tra Roma, Napoli e Bari) dovranno lavorare in turnazione.

     Su Roma sono previste più di 10 risorse per le quali è stata proposta la seguente matrice oraria:

     Turno     LUN-VEN      SAB        DOM
     Turno A     Fino a 4      Fino a 2
     Turno B     Fino a 3      Fino a 2
     Turno C       7                 3
     Turno D                                       3

     Turno A: 08:00 - 12:30 / 13:30 -16:38 (ingresso rigido pausa 60’)
Turno B: 08:00 - 13:30 / 14:30 - 16:38 (flessibilità fino alle 9, pausa pranzo 30’-60’, uscita minima 16:38)

     Turno C: 11:52 - 20:00 (ingresso rigido pausa 30’)
     Turno D: 10:00 - 13:30 / 14:00 - 18:08 (ingresso rigido pausa 30’)

     Nelle giornate di festività infrasettimanale e nel giorno del S. Patrono dovrà essere assicurato un presidio fino all’80% del personale previso in turno. La domenica e nelle giornate festive il presidio deve essere assicurato presso la sede aziendale

     La delegazione ha espresso perplessità su tutto il processo di individuazione e gestione dell’internalizzazione, che riassumiamo in:

     scelta delle persone dai gruppi di lavoro senza l’utilizzo del job posting o di una mappatura delle competenze;

     livelli inquadramentali V, VI, VII per attività che si teme essere simili;
     richiesta di conoscere il piano di internalizzazione globale di TIM per l’IT prendendo in considerazione anche la collocazione di personale IT in ambiti non IT.

     Seguiranno assemblee consultive con i lavoratori coinvolti.
     Nel frattempo abbiamo già avanzato all’Azienda alcune modifiche:

  1. per il turno A, anticipare l’uscita alle 16:08;
  2. turno C, modificarlo in 12:22 – 20:00 (ingresso rigido senza pausa);
  3. dimensionare il presidio nei turni A, C e D alle effettive necessità;
  4. aumentare la flessibilità a quanto previsto per Santa Palomba per il turno flessibile (10);
  5. poter lavorare da domicilio i turni più disagiati;
  6. prevedere una sede più agevole;
  7. garantire i mezzi di trasporto adeguati agli orari previsti per i turnisti sino ad ora non presenti nella sede di Santa Palomba.

     Esame congiunto turni Judical Autority Services - Domestic Delivery
L'Azienda ha confermato che l'andamento dell'integrazione delle attività ed il livello di formazione raggiunto hanno fatto segnare un esito positivo. Pertanto, con decorrenza novembre sarà introdotta nel settore la matrice h24 (con conseguente revisione delle reperibilità), per la piena fungibilità con Milano e la fuoriuscita dal regime di riduzione oraria ai sensi del contratto di espansione.

     La delegazione ha chiesto che il processo di formazione resti in essere, anche a richiesta dei lavoratori interessati. Che vi sia il più possibile compresenza tra professionalità in turno. E che sia coinvolto il maggior numero possibile di personale nella matrice, per diluire il più possibile l'incidenza dei turni disagevoli.

     Quanto alla composizione dell'organico, l'Azienda ha confermato non esservi fuoriuscite in vista, almeno fino a tutto l'anno prossimo.

     Sarà cura di Slc-CGIL indire assemblee per iscritti e simpatizzanti prima di apporre la propria firma al testo di verbale di esame congiunto.

Varie ed eventuali

     Nell'ambito del Centralino, l'ulteriore ricerca di candidature non ha sortito l'effetto sperato. Ergo, resterà in azienda il servizio lunedì-venerdì 8-21, e trasferito a TCC quello del sabato e della domenica.

     TPC: il comando dell'LL di sabato e dell'RI di domenica è stato prorogato fino a tutto dicembre.

     Caring: saranno trasferiti 3 lavoratori dal 119 al Partner Care. È stata prorogata fino a dicembre la disponibilità al pt ruotante per i pt pm 119 che ne abbiano dato disponibilità.

     Finalmente, a seguito delle continue richieste di parte sindacale, l'Azienda ha aperto al trasferimento di personale dalla sede di Assisi a quella di Albano Laziale (i ft andranno al PC, i pt al 187) – trattasi di manovre gestionali che evidentemente incontrano l'apprezzamento di chi scrive.

     Si è chiesta l’istallazione dei timbratori marcatempo in ogni piano per la sede di Oriolo Romano 257, per la presenza di alcuni lavoratori con alta percentuale di invalidità per i quali è evidentemente disagevole arrivare ai tornelli di uscita per timbrare la pausa pranzo.

     Mensa Oriolo Romano 240: la delegazione ha chiesto l’adozione di 2 misure di stampo ecologico (che andrebbero estese a tutte le sedi):

     -attualmente per via dell’indisponibilità della lavastoviglie, si utilizzano stoviglie e posate di plastica. Si è richiesto di comunicare alla ditta che ha il servizio in appalto l’opportunità di sostituire queste forniture con materiali monouso biodegradabili;

     -in prospettiva della ristrutturazione della mensa, si è richiesto di adottare politiche per una sostituzione totale o parziale delle bottigliette d’acqua in plastica con erogatori e brocche di vetro.

Roma, 18 settembre 2019

Slc-CGIL